mercoledì, 24 Febbraio, 2021

Calcolo del danno. Lesioni micro e macro permanenti

I più letti

Morti da infarto e malasanità. Gli errori e i ritardi nei soccorsi

Di Serena Di Sisto Morti da infarto e casi di malasanità: quando il ritardo dei soccorsi o la diagnosi errata possono rivelarsi fatali per...

I danni da trauma toracico negli incidente stradali.

I traumi del tratto toracico possono compromettere organi vitali con emorragie interne e, se non prontamente trattati, causare la morte. Il Comitato scientifico di Adism,...

Infezione ospedaliera, quando scatta il risarcimento del danno

Di Serena Di Sisto Infezione ospedaliera, quando scatta il risarcimento del danno? Infezioni ospedaliere: un vero e proprio boom di casi, certi o sospetti, che si...

Errato intervento chirurgico, chi paga?

Bisogna distinguere gli interventi  di routine da quelli  più  complessi.  Sia la struttura sanitaria che il medico  sono  responsabili. Quando il  medico  causa un danno ...

Calcolo del danno: lesioni micro  e  macro permanenti.

Il danneggiato, deve sottoporsi ad accertamenti medico legali per la valutazione e quantificazione delle lesioni  subite.

Per chi ha subito un danno la prima preoccupazione è quella di  essere curato  nel  modo appropriato e di guarire: questo è  compito  dei  medici. La seconda preoccupazione, non meno importante, è quella di ottenere il  risarcimento  di  tutti i danni subiti:  questo  è  compito  dell’avvocato e ogni  danneggiato dovrebbe essere assistito dal migliore avvocato esperto in risarcimento  danni per tutelare al meglio i  suoi interessi  ed affermare i  suoi  diritti.

 

Perché un team di  avvocati  e medici legali?

La prima valutazione del danno,  tuttavia, è compito del medico  legale ed una buona squadra composta da avvocati  e medici  legali è  fondamentale perché  se il  medico legale ha il  compito  della  quantificazione del  danno  sulla scorta di  tabelle di  riferimento, il lavoro  dell’avvocato è  tradurlo  in termini  economici,  distinguendo  innanzi  tutto il danno patrimoniale da quello non  patrimoniale.

Esistono danni di tipo minore e danni più gravi e relative Tabelle del  danno che attribuiscono un punteggio cui corrisponde  un valore economico  a seconda dell’età  del danneggiato, più  si è  giovani  e più  la propria vita vale secondo il nostro ordinamento  giuridico, perlomeno  con  riferimento  alle lesioni ( danno biologico ).

 

Quando l’ attività  lavorativa del  danneggiato  ed il danno patrimoniale sono  risarcibili?

Diverso è il discorso relativo  alle ripercussioni  del danno  sull’attività  lavorativa del danneggiato,  sempre da provare attraverso la comparazione delle dichiarazioni  dei  redditi, o altre prove documentali,  dovendosi  fare riferimento  a calcoli  più  complessi  sulla scorta della capacità reddituale del danneggiato e della relativa incidenza delle lesioni  subite  sulla sua  attività  lavorativa,  ma anche di  eventuali occasioni  lavorative perse a causa dell’infortunio, o della capacità  lavorativa generica, se studente, o disoccupato.

 

L’accertamento  del  danno è il compito  della medicina legale.

Le lesioni micro permanenti sono lesioni di lieve entità, ricomprese tra 1 e 9 punti nelle Tabelle di  liquidazione del danno  che vengono  aggiornate ogni  anno, secondo percentuali che determinano il diritto della vittima di richiedere il risarcimento del danno biologico.

Le lesioni macro permanenti  riguardano  invece i  danni più gravi  rientranti  nella scala da 10  a 100 le cui  Tabelle sono in  questi  giorni allo  studio per essere definitivamente approvate. La relativa determinazione, o meglio il punteggio attribuito  a ciascun danno (per esempio quanti punti debbano  essere attribuiti alla frattura di un polso, piuttosto  che alla perdita di  mobilità di un  arto, frattura scomposta del femore,  perdita della vista, o  altro) è compito  della medicina legale, tenuto  conto che per quanto  si  debba procedere il più possibile a valutazioni omogenee, non  tutti i danni producono i medesimi  effetti  sulle persone lese; come anche, peraltro,  non  tutte le valutazioni  vengono  effettuate con  gli  stessi  criteri a da professionisti  con identica preparazione ed approccio alla risoluzione del problema.

Il danno morale ed il danno  esistenziale come e quando  vengono risarciti ?

Un discorso a parte merita poi la sofferenza patita a seguito  di  un trauma   ( danno  morale ) e le ripercussioni  che le lesioni  riportate possono  avere sul normale svolgimento  della vita di  relazione  ( danno  esistenziale ) che non  rientrano nell’ambito dell’accertamento medico legale, la cui  relativa quantificazione e liquidazione è sottoposta a rigide regole attinenti  la prova ai  fini  risarcitori.  Un bravo  avvocato con  lunga esperienza nel  settore e conoscenza giuridica dell’evoluzione giurisprudenziale di  queste categorie di  danno, che oramai  tendono  ad essere accorpate,  è  fondamentale per tutelare nel  miglior modo possibile i  diritti  del danneggiato.

 

Scopri di più

- Advertisement -

Gli ultimi articoli

Morti da infarto e malasanità. Gli errori e i ritardi nei soccorsi

Di Serena Di Sisto Morti da infarto e casi di malasanità: quando il ritardo dei soccorsi o la diagnosi errata possono rivelarsi fatali per...

I danni da trauma toracico negli incidente stradali.

I traumi del tratto toracico possono compromettere organi vitali con emorragie interne e, se non prontamente trattati, causare la morte. Il Comitato scientifico di Adism,...

Infezione ospedaliera, quando scatta il risarcimento del danno

Di Serena Di Sisto Infezione ospedaliera, quando scatta il risarcimento del danno? Infezioni ospedaliere: un vero e proprio boom di casi, certi o sospetti, che si...

Errato intervento chirurgico, chi paga?

Bisogna distinguere gli interventi  di routine da quelli  più  complessi.  Sia la struttura sanitaria che il medico  sono  responsabili. Quando il  medico  causa un danno ...

Danno da morte, quando va risarcito?

Il Presidente nazionale di Adism, Avvocato Gianluca Sposato, con  esperienza  in risarcimento di danni gravi e da morte, spiega  cosa devono  fare gli  eredi...
- Advertisement -

Dicono di noi

Risarcito con 395 mila euro senza fare causa

Rubino da Roma risarcito  con  395.000,00 euro. Ringrazio l’Associazione Difesa Infortunati Stradali ed il suo Presidente, avvocato a Roma esperto in incidenti stradali  e consulenza...

Risarcimento ottenuto per un incidente mortale

RISARCIMENTO OTTENUTO PER UN INCIDENTE MORTALE. Caterina da Roma, risarcita con 1.300.000,00 euro "L'accurata valutazione del caso, studiato a fondo dai legali di Adism, ha permesso di...

Grazie all’ADISM ho ottenuto giustizia

GRAZIE ALL'ADISM HO OTTENUTO GIUSTIZIA. Errico da Viterbo, vittima di un incidente stradale risarcito con 143.000,00 euro grazie a un accordo raggiunto  con la compagnia...

Causa vinta grazie all’ADISM

CAUSA VINTA GRAZIE ALL’ADISM. Carlo da Roma, risarcito con 341.000,00 euro in un incidente stradale alla guida della sua moto  con un’autovettura  contromano “Affidarsi  all’Adism  è ...

L’ADISM ha risolto un caso difficile

L’ADISM HA RISOLTO UN CASO DIFFICILE. Gabriele  da Rimini, risarcito  con  76.000,00 euro in un  incidente con veicolo  datosi  alla fuga “Ringrazio l’Adism per avermi dato  supporto ...