12.6 C
Rome
giovedì, 1 Ottobre, 2020

Incidente tra pedone e bicicletta, chi paga?

I più letti

La responsabilità medica ed il danno catastrofico

In tema di danno da perdita di un familiare in ambito ospedaliero è incomprensibile per i familiari che vengono privati dell’affetto di un loro congiunto a...

Cosa fare quando un proprio familiare è deceduto a causa di un episodio di malasanità

Cosa fare quando un proprio familiare è deceduto a causa di un episodio di malasanità Adism, Associazione Infortunati e Malasanità  è stata tra le prime organizzazioni...

Lo stato di bisogno del danneggiato negli incidenti stradali e la provvisionale

Un incidente stradale grave rappresenta un evento traumatico che sconvolge la vita di chi  lo subisce con molteplici ripercussioni non solo sulla salute, ma...

L’importanza del medico legale di parte

L'importanza del medico legale di parte: Nella responsabilità civile l’articolo 2043 del codice civile ha la funzione di norma quadro prevedendo che chiunque procura ad...

Chiariamo cosa succede quando vi è un incidente tra pedone e bicicletta.

Con la sentenza  n. 13591 del 5 maggio  2020 la cassazione ha ricordato che le biciclette sono considerate veri e propri veicoli, tenute a rispettare le comuni norme sulla circolazione stradale come divieti, precedenze, limiti di velocità.

Con il Decreto Rilancio, il Governo ha previsto l’ erogazione di bonus per favorire l’utilizzo  della biciletta studiando  come incrementare le piste ciclabili. Tale misura non tiene conto  dei  rischi  legati  all’utilizzo di tali mezzi di locomozione nei centri  abitati, in  strade percorse ad alta velocità da autovetture, motocicli e mezzi  articolati, che nel nostro Paese, a causa della assenza di iniziative volte alla sensibilizzazione ed educazione stradale  presenta, purtroppo, un numero  di incidenti stradali anche mortali tra i più elevati in  Europa.

È  bene ricordare che l’utilizzo di mezzi di spostamento alternativi, considerati un tempo di  svago come, appunto, la bicicletta, ma anche i monopattini  elettrici, sempre più  frequente per recarsi al lavoro o per spostamenti nei centri urbani, non esonera il  conducente da attenersi a norme di prudenza, al rispetto della segnaletica stradale e  del codice della strada, tanto più che per questi mezzi non è prevista assicurazione ed uso obbligatorio del casco, sempre raccomandabili per proteggere la testa in caso di caduta per  attenuare i danni ed evitare conseguenze peggiori, oltre che a non dovere pagare di tasca propria i  danni arrecati a terzi.

Nel caso di incidente tra pedone e bicicletta viene da chiedersi chi debba ritenersi  responsabile e risarcire i danni scaturenti  anche da compromissione dell’integrità  psicofisica e lavorativa. La cassazione, ribadendo che sia i pedoni che i ciclisti sono  considerati  utenti  deboli  della strada,  ha inteso  dare maggiore protezione a questi ultimi  in  considerazione del fatto  che debbano considerarsi  utenti  della strada più  deboli  rispetto  ai  primi e,  dunque, meritevoli di maggiore tutela. Pertanto, in caso  di incidente tra bicicletta e pedone il  conducente della bicicletta dovrà  ritenersi  presumibilmente responsabile e fornire prova liberatoria della propria responsabilità, potendosi fare riferimento anche in  questo  caso  all’art. 2054 del codice civile.

Raccomandiamo  a tutti  gli utenti  della strada di prestare massima attenzione ai pedoni  ed ai ciclisti, tenuto conto della gravità delle lesioni che scaturirebbero in caso di collisione ed invitiamo tutti gli utenti di mezzi alternativi di locomozione, come la bicicletta od il monopattino elettrico, a prestare prudenza e stipulare una copertura assicurativa perlomeno per i danni a terzi.

In caso di bisogno potete rivolgervi sempre ad Adism per ricevere assistenza legale gratuita  relativamente alla valutazione del caso.

Scopri di più

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here

- Advertisement -

Gli ultimi articoli

La responsabilità medica ed il danno catastrofico

In tema di danno da perdita di un familiare in ambito ospedaliero è incomprensibile per i familiari che vengono privati dell’affetto di un loro congiunto a...

Cosa fare quando un proprio familiare è deceduto a causa di un episodio di malasanità

Cosa fare quando un proprio familiare è deceduto a causa di un episodio di malasanità Adism, Associazione Infortunati e Malasanità  è stata tra le prime organizzazioni...

Lo stato di bisogno del danneggiato negli incidenti stradali e la provvisionale

Un incidente stradale grave rappresenta un evento traumatico che sconvolge la vita di chi  lo subisce con molteplici ripercussioni non solo sulla salute, ma...

L’importanza del medico legale di parte

L'importanza del medico legale di parte: Nella responsabilità civile l’articolo 2043 del codice civile ha la funzione di norma quadro prevedendo che chiunque procura ad...

A chi rivolgersi quando si verifica un incidente stradale mortale

In Italia in meno di ogni 3 ore una persona muore sulla strada, gli incidenti stradali   rappresentano secondo gli studi e le statistiche dell’Organizzazione...
- Advertisement -

Dicono di noi

Risarcito con 395 mila euro senza fare causa

Rubino da Roma risarcito  con  395.000,00 euro. Ringrazio l’Associazione Difesa Infortunati Stradali ed il suo Presidente, avvocato a Roma esperto in incidenti stradali  e consulenza...

Risarcimento ottenuto per un incidente mortale

RISARCIMENTO OTTENUTO PER UN INCIDENTE MORTALE. Caterina da Roma, risarcita con 1.300.000,00 euro "L'accurata valutazione del caso, studiato a fondo dai legali di Adism, ha permesso di...

Grazie all’ADISM ho ottenuto giustizia

GRAZIE ALL'ADISM HO OTTENUTO GIUSTIZIA. Errico da Viterbo, vittima di un incidente stradale risarcito con 143.000,00 euro grazie a un accordo raggiunto  con la compagnia...

Causa vinta grazie all’ADISM

CAUSA VINTA GRAZIE ALL’ADISM. Carlo da Roma, risarcito con 341.000,00 euro in un incidente stradale alla guida della sua moto  con un’autovettura  contromano “Affidarsi  all’Adism  è ...

L’ADISM ha risolto un caso difficile

L’ADISM HA RISOLTO UN CASO DIFFICILE. Gabriele  da Rimini, risarcito  con  76.000,00 euro in un  incidente con veicolo  datosi  alla fuga “Ringrazio l’Adism per avermi dato  supporto ...