Il Concorso di colpa del pedone negli incidenti

0
1150

Il concorso di colpa del pedone in caso di incidente.

In genere il pedone quando  viene investito  da un’automobile, da un  motociclo, da una bicicletta, o da un monopattino ha sempre ragione,  a meno  che non  abbia posto in  essere una condotta pericolosa ed imprevedibile.  Infatti,  dovrà essere l’investitore a dimostrare di non  avere colpa ed avere fatto  tutto il possibile per evitare l’investimento.

Diminuzione del risarcimento in caso di  concorso di  colpa

Tuttavia, Vi sono alcune situazioni in cui il risarcimento al pedone può essere diminuito, o addirittura negato, perché si ritiene che  il suo comportamento imprudente abbia contribuito al verificarsi dell’incidente,  come nel caso in  cui  attraversi  lontano  dalle strisce pedonali, attraversi un incrocio in diagonale venendosi a trovare in una posizione pericolosa, con il  semaforo  rosso, o  sia distratto dall’uso  del cellulare.

In questi casi, se il conducente riesce a dimostrare che il pedone non si è attenuto alle regole stabilite dal Codice della Strada può ottenere una riduzione del risarcimento del danno in proporzione all’incidenza che il comportamento del danneggiato ha avuto nel verificarsi dell’impatto.

Va però, precisato, che la condotta del pedone non sempre ha una incidenza reale nella dinamica del fatto, anche quando viene dimostrata una sua teorica colpa. Si può pensare al caso del pedone che attraversa fuori dalle strisce  pedonali un rettilineo con piena visibilità da lunghissima distanza e che viene investito da un mezzo che procede a velocità sconsiderata, situazione in cui ben difficilmente sarà possibile ritenere che l’omissione del pedone abbia impedito (anche solo in parte) al conducente del veicolo di evitare l’impatto.

Attraversamento  fuori  dalle strisce pedonali 

Il pedone che attraversa fuori dalle strisce è corresponsabile dell’incidente. come ha più  volte chiarito  la Suprema Corte (Cass. civ, sez VI n. 2241 del 28 gennaio 2019).

Il  comportamento  distratto del pedone, per uso  del  cellulare, più in  generale per imprudenza, ma anche per carenza di  aree loro  dedicate nei centri urbani,  è  spesso  concausa di incidenti  stradali, in  cui  purtroppo la peggio in termini  di  danni alla salute  la hanno proprio i pedoni.

Purtroppo i dati  sugli incidenti  stradali  sono impietosi ed il pedone rappresenta la tipologia di  utente più debole della strada, nonché ha il  triste primato si essere al primo  posto  negli incidenti  stradali mortali,  con  richieste di risarcimento danni  da parte degli  eredi spesso prive di  supporto  documentale.

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here