martedì, 9 Marzo, 2021

Come compilare il modulo CAI

I più letti

Morti da esalazioni tossiche. Quando il danno poteva essere evitato

Morti da esalazioni tossiche. Quando il danno poteva essere evitato di Serena Di Sisto Le morti e i danni a causa delle esalazioni tossiche sono un...

La ricostruzione dell’ incidente stradale.

La corretta ricostruzione dell’incidente è fondamentale per determinare le cause e attribuire le responsabilità.   I rilievi  dell’incidente stradale Negli incidenti  stradali complessi e gravi con coinvolgimento...

Morti da infarto e malasanità. Gli errori e i ritardi nei soccorsi

Di Serena Di Sisto Morti da infarto e casi di malasanità: quando il ritardo dei soccorsi o la diagnosi errata possono rivelarsi fatali per...

I danni da trauma toracico negli incidente stradali.

I traumi del tratto toracico possono compromettere organi vitali con emorragie interne e, se non prontamente trattati, causare la morte. Il Comitato scientifico di Adism,...

Come compilare in modo corretto il modulo CAI dopo un incidente stradale.

Subito dopo che si è coinvolti in un incidente stradale, a causa della emotività per il sinistro accaduto, si perdono un po’ la lucidità e la prontezza che servono per sapere come comportarsi affinché chi ha subito un danno possa essere risarcito.

Il modo più semplice per ottenere un rapido risarcimento è la presentazione alla propria compagnia di assicurazione del modulo CAI (Constatazione Amichevole di Incidente), nel quale sono riassunte tutte le indicazioni su circostanze e dinamica dell’incidente.
In questa guida ti spieghiamo come compilarlo nel modo giusto in tutte le sue parti per la denuncia un sinistro.

La denuncia del sinistro  mediante il modulo CAI va presentata alla propria compagnia di assicurazione entro  3 giorni lavorativi a partire dalla data del sinistro.

Il modulo CAI si può compilare soltanto se: i veicoli coinvolti nell’incidente sono solamente due (servono due moduli per tre veicoli e così via); i due veicoli risultano immatricolati in Italia e assicurati per la responsabilità civile obbligatoria (RCA); le persone coinvolte nell’incidente non hanno riportato lesioni gravi (ossia con invalidità permanente superiore al 9%); nel sinistro sono coinvolti due veicoli a motore (vale a dire auto, moto, ciclomotori, autocarri) e non, per esempio, una bicicletta.

Il modulo CAI dovrebbe essere firmato da entrambi i conducenti dei veicoli coinvolti nell’incidente. In questo caso (constatazione amichevole) l’assicurazione paga i danni entro 30 giorni dalla consegna del modulo.
Se uno dei due conducenti si rifiuta di firmarlo, il modulo (con una sola firma) mantiene comunque il valore di denuncia del sinistro e, se sussistono le condizioni, può essere utilizzato per ottenere un indennizzo diretto (in questo caso i tempi di pagamento del danno si allungano).
Se con una sola firma, la parte del modulo relativa all’altro conducente dovrà essere compilata comunque nel punti 7 (Veicolo) e 8 (Compagnia di assicurazione).

Clicca qui per scaricare il modulo CAI (assicurati che le informazioni inserite coincidano in tutte le quattro pagine di cui si compone il modulo).

Nelle righe seguenti spiegheremo cosa scrivere nei punti più importanti del modulo CAI

2 Luogo – Indicare con chiarezza il luogo dove è avvenuto l’incidente, possibilmente via, numero civico, città.

5 Testimoni – Indicare le generalità degli eventuali testimoni, che non possono essere le persone a bordo di uno dei veicoli.

9 Conducente – Va indicato nel caso non si tratti dell’assicurato.

10 Urto – Indicare con una crocetta la parte danneggiata del veicolo.

11 Danni materiali visibili – Elencare i danni che ha subito il veicolo. Nel caso non si fosse sicuri di averli segnalati tutti, aggiungere la scritta ‘con riserva’.

12 Circostanze Incidente – Indicare con una crocetta le circostanze che si sono verificate nell’incidente, tra quelle elencate.

12 bis Numero Crocette – Indicare quante caselle sono state contrassegnate con una crocetta nel punto 12.

13 Grafico – Fare un piccolo disegno dell’incidente al momento dell’urto, indicando i tracciati e i nomi delle strade, le direzioni di marcia dei due veicoli e gli eventuali segnali stradali.

14 Osservazioni – Scrivere eventualmente le proprie annotazioni sull’incidente, anche se in disaccordo con quelle scritte dall’altro conducente.

Scopri di più

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here

- Advertisement -

Gli ultimi articoli

Morti da esalazioni tossiche. Quando il danno poteva essere evitato

Morti da esalazioni tossiche. Quando il danno poteva essere evitato di Serena Di Sisto Le morti e i danni a causa delle esalazioni tossiche sono un...

La ricostruzione dell’ incidente stradale.

La corretta ricostruzione dell’incidente è fondamentale per determinare le cause e attribuire le responsabilità.   I rilievi  dell’incidente stradale Negli incidenti  stradali complessi e gravi con coinvolgimento...

Morti da infarto e malasanità. Gli errori e i ritardi nei soccorsi

Di Serena Di Sisto Morti da infarto e casi di malasanità: quando il ritardo dei soccorsi o la diagnosi errata possono rivelarsi fatali per...

I danni da trauma toracico negli incidente stradali.

I traumi del tratto toracico possono compromettere organi vitali con emorragie interne e, se non prontamente trattati, causare la morte. Il Comitato scientifico di Adism,...

Infezione ospedaliera, quando scatta il risarcimento del danno

Di Serena Di Sisto Infezione ospedaliera, quando scatta il risarcimento del danno? Infezioni ospedaliere: un vero e proprio boom di casi, certi o sospetti, che si...
- Advertisement -

Dicono di noi

Risarcito con 395 mila euro senza fare causa

Rubino da Roma risarcito  con  395.000,00 euro. Ringrazio l’Associazione Difesa Infortunati Stradali ed il suo Presidente, avvocato a Roma esperto in incidenti stradali  e consulenza...

Risarcimento ottenuto per un incidente mortale

RISARCIMENTO OTTENUTO PER UN INCIDENTE MORTALE. Caterina da Roma, risarcita con 1.300.000,00 euro "L'accurata valutazione del caso, studiato a fondo dai legali di Adism, ha permesso di...

Grazie all’ADISM ho ottenuto giustizia

GRAZIE ALL'ADISM HO OTTENUTO GIUSTIZIA. Errico da Viterbo, vittima di un incidente stradale risarcito con 143.000,00 euro grazie a un accordo raggiunto  con la compagnia...

Causa vinta grazie all’ADISM

CAUSA VINTA GRAZIE ALL’ADISM. Carlo da Roma, risarcito con 341.000,00 euro in un incidente stradale alla guida della sua moto  con un’autovettura  contromano “Affidarsi  all’Adism  è ...

L’ADISM ha risolto un caso difficile

L’ADISM HA RISOLTO UN CASO DIFFICILE. Gabriele  da Rimini, risarcito  con  76.000,00 euro in un  incidente con veicolo  datosi  alla fuga “Ringrazio l’Adism per avermi dato  supporto ...